1. Or quando Samuele fu diventato vecchio costituì giudici d’Israele i suoi figliuoli.
  2. Il suo figliuolo primogenito si chiamava Joel, e il secondo Abia, e faceano le funzioni di giudici a Beer-Sceba.
  3. I suoi figliuoli però non seguivano le sue orme, ma si lasciavano sviare dalla cupidigia, accettavano regali e pervertivano la giustizia.
  4. Allora tutti gli anziani d’Israele si radunarono, vennero da Samuele a Rama, e gli dissero:
  5. «Ecco tu sei oramai vecchio, e i tuoi figliuoli non seguono le tue orme; or dunque stabilisci su di noi un re che ci amministri la giustizia, come l’hanno tutte le nazioni».
  6. A Samuele dispiacque questo loro dire: «Dacci un re che amministri la giustizia fra noi»; e Samuele pregò l’Eterno.
  7. E l’Eterno disse a Samuele: «Da’ ascolto alla voce del popolo in tutto quello che ti dirà, poiché essi hanno rigettato non te, ma me, perch’io non regni su di loro.
  8. Agiscono con te come hanno sempre agito dal giorno che li feci salire dall’Egitto a oggi: m’hanno abbandonato per servire altri dèi.
  9. Ora dunque da’ ascolto alla loro voce; abbi cura però di avvertirli solennemente e di far loro ben conoscere qual sarà il modo d’agire del re che regnerà su di loro».
  10. Samuele riferì tutte le parole dell’Eterno al popolo che gli domandava un re.
  11. E disse: «Questo sarà il modo d’agire del re che regnerà su di voi. Egli prenderà i vostri figliuoli e li metterà sui suoi carri e fra i suoi cavalieri, e dovranno correre davanti al suo carro;
  12. se ne farà de’ capitani di migliaia e de’ capitani di cinquantine; li metterà ad arare i suoi campi, a mieter le sue biade, a fabbricare i suoi ordigni di guerra e gli attrezzi de’ suoi carri.
  13. Prenderà le vostre figliuole per farsene delle profumiere, delle cuoche, delle fornaie.
  14. Prenderà i vostri campi, le vostre vigne, i vostri migliori uliveti per darli ai suoi servitori.
  15. Prenderà la decima delle vostre semente e delle vostre vigne per darla ai suoi eunuchi e ai suoi servitori.
  16. Prenderà i vostri servi, le vostre serve, il fiore della vostra gioventù e i vostri asini per adoprarli ne’ suoi lavori.
  17. Prenderà la decima de’ vostri greggi, e voi sarete suoi schiavi.
  18. E allora griderete per cagione del re che vi sarete scelto, ma in quel giorno l’Eterno non vi risponderà».
  19. Il popolo rifiutò di dare ascolto alle parole di Samuele, e disse: «No! ci sarà un re su di noi;
  20. e anche noi saremo come tutte le nazioni; il nostro re amministrerà la giustizia fra noi, marcerà alla nostra testa e condurrà le nostre guerre».
  21. Samuele, udite tutte le parole del popolo, le riferì all’Eterno.
  22. E l’Eterno disse a Samuele: «Da’ ascolto alla loro voce, e stabilisci su di loro un re». E Samuele disse agli uomini d’Israele: «Ognuno se ne torni alla sua città».

Постоянная ссылка на эту страницу bibleonline.ru/bible/ita/09/08/.

Выбор перевода и языка



© Библия Онлайн, 2003-2016